logo su neronero

L'invisibile nell'Arte

Sandro Botticelli goliarda e burlone

Chi ammira i capolavori del Botticelli (vero nome “Alessandro di Mariano di Vanni Filipepi”) e non ha letto la sua storia, si immagina forse solo l'artista seriamente impegnato a dipingere e non la persona arguta, amante degli scherzi a tal punto da arrivare a inserire frasi burlesche all’interno delle sue opere. Aiuta a comprendere il carattere dell'autore della Primavera e della Nascita di Venere quanto racconta, ad esempio, il poeta, umanista e filologo Agnolo Poliziano. Tommaso Soderini, della potente famiglia patrizia di Firenze, prospettò al Botticelli un matrimonio. L'artista rispose presto di aver sognato di sposarsi e che tale sogno l’aveva così spaventato che, temendo di ricaderci, andò “tutta notte a spasso per Firenze come un pazzo, per non havere cagione di raddormentarmi”. Soderini comprese che “non era terreno per porvi vigna”. Secondo lo storico d’arte Giorgio Vasari Botticelli era “una persona molto piacevole e faceta e sempre baie e piacevolezze si facevano in bottega sua, dove continuamente tenne a imparare infiniti giovani, i quali molte giostre e uccellamenti usavano farsi l’un l’altro”. Se guardiamo il "Sant’Agostino nello studio", dipinto murale datato 1480 conservato nella Chiesa di Ognissanti a Firenze, troviamo un'ulteriore testimonianza della vena goliardica di cui si parlava. Nell'opera commissionata dall’importante famiglia dei Vespucci, nello scaffale all’altezza della testa del Santo i libri sono appoggiati frontalmente e non con il dorso. In uno di questi, aperto, sono disegnati dei triangoli con i teoremi di Pitagora e le relative dimostrazioni. E si legge: “Dov’è fra Martino? É scaphato. E dov’è andato? É andato fuor dela Porta al Prato”. Una sorta di filastrocca infamante indirizzata al camerlengo del convento che non pagava i conti o, forse, riferita alle scappatelle di un frate dalla fede vacillante, scoperto proprio dal Botticelli e fuggito in campagna fuori dalle mura cittadine per evitare la vergogna.

Sandro botticelli santagostino intero

 

Botticelli

  • Visite: 95

L'invisibile nell'Arte

c/o Comitato Nazionale
per la Valorizzazione
dei Beni Storici
Culturali e Ambientali
Viale Trastevere, 249
00153 Roma 
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.